Il comitato Scienziate e Scienziati contro la Guerra
in collaborazione con il Politecnico di Torino, Università e Centro Interateneo di Studi per la Pace di Torino organizza il convegno
CULTURA, SCIENZA e INFORMAZIONE DI FRONTE ALLE NUOVE GUERRE
22-23 giugno 2000, Politecnico di Torino

 

Comitato Scientifico:
Angelo Baracca (Dip. di Fisica - Univ. di Firenze)
Giulia Barone (Dip. di Studi sulle Società e le Culture del Medio Evo - Univ. "La Sapienza" di Roma)
Chiara Cavallaro (CNR - Dip. Attività Scientifiche - Prog. Mezzogiorno, Roma)
Mauro Cristaldi (Dip. Biologia Animale e dell'Uomo - Univ. "La Sapienza" di Roma)
Alberto Di Fazio (Osservatorio Astronomico, Roma)
Elisabetta Donini (Dip. di Economia e Ingegneria Agraria, Forestale e Ambientale - Univ. di Torino)
Anna Gigli (CNR - Istituto per le Applicazioni del Calcolo, Roma)
Andrea Martocchia (SISSA, Trieste)
Angelo Raffaele Meo (Dip. di Automatica e Informatica - Politecnico di Torino)
Carlo Pona (ENEA, Casaccia)
Giovanni Salio (Centro Studi Sereno Regis, Torino)
Massimo Zucchetti (Dip. di Energetica - Politecnico di Torino)

Comitato Organizzatore:
Luisella Caire (Politecnico di Torino)
Valeria Chiadò Piat (Politecnico di Torino)
Marina Clerico (Politecnico di Torino)
Rino Lamonaca (Politecnico di Torino)
Angelo Raffaele Meo (Politecnico di Torino)
Margherita Roggero (Università di Torino)
Hisao Fujita Yashima (Università di Torino)
Massimo Zucchetti (Politecnico di Torino)

 

il Politecnico di Torino

Presentazione del Convegno:

I lavori si svolgeranno presso il Politecnico di Torino nei giorni 22-23 giugno 2000, con il supporto logistico di Alternativa Sindacale.

Scopo del convegno è favorire uno scambio tra persone esperte in discipline diverse intorno ai temi della guerra, nella consapevolezza che, nonostante taluni scienziati abbiano spesso collaborato in modo determinante alla realizzazione di strumenti di distruzione e di morte, l'impegno di chi opera nei campi della ricerca, dell'educazione e dell'informazione può contribuire a prevenire l'insorgere di nuove guerre.

  • Allo stesso tempo questa iniziativa vuole essere una occasione di incontro e comunicazione tra scienziate/i e società, con l'auspicio che l'interazione di diverse componenti dia origine a una cooperazione fattiva e concreta per il perseguimento di obiettivi comuni. Pertanto, ampi spazi saranno riservati al dibattito aperto ai contributi di tutte/i.
  • Al termine dei lavori avrà luogo la riunione nazionale del Comitato Scienziate e Scienziati contro la guerra; chi è interessato a partecipare a questo incontro potrà formalizzare la propria adesione al Comitato nel corso del Convegno.

 

Temi del Convegno:

Sezione 1 - Informazione e disinformazione: cultura, scienza e guerre

Gestione della comunicazione, accesso alla informazione, costruzione del consenso. Responsabilità della scienza e degli scienziati, accesso al sapere. Nonviolenza, prevenzione dei conflitti.

Sezione 2 - Conseguenze ecologiche e sanitarie delle guerre

Effetti delle nuove armi, nuovi (e vecchi) inquinamenti, con particolare riguardo alle conseguenze ambientali dovute alla guerra del Golfo ed alle guerre nei Balcani.

Sezione 3 - Questioni strategico-militari

Scenari strategici, crisi politiche e ambientali; negoziati UN. Industria bellica; vecchie e nuove armi.

Programma
Abstracts degli interventi
Atti del convegno

Ulteriori informazioni sul convegno possono essere richieste a:

luisella@polito.it
zucchetti@polito.it
roggero@dm.unito.it